caad_2003 tutorial

Tutorial - concetti base dei sistemi d'animazione

francesco.deluca@uniroma1.it

keyframes - funzioni

La tecnica dell'animazione è la prima anallizzata fra quelle avanzate. Come è facile intuire questa permette, in prima istanza, di introdurre la variabile tempo all'interno della fase concettuale del progetto e, in un secondo momento, di studiare le interazioni variabili fra le parti, rendendo il progetto frutto di un processo evolutivo piuttosto che di regole prefissate.

In questo tutorial illustriamo i due principali sistemi per creare una animazione, e cioè quello che fa uso dei Keyframes e quello che utilizza funzioni per determinare le variazione di proprietà nel tempo. Con il primo dopo aver individuato alcuni momenti chiave all'interno dei quali impostare i parametri diversi di volta in volta, il programma interpola questi dati creando le transizioni necessarie per produrre l'animazione, mentre con il secondo i parametri variano in base a funzioni che possono essere curve spline, tracce audio, espressioni, dati Motion Capture, per citarne alcuni.

Per questo tutorial è stato utilizzato il software 3ds max 5.

Creata una semplice sfera,
apriamo l'area principale per lavorare col tempo, che in questo programma si chiama Track View in modalità Dope Sheet per il momento

Il Track View è un editor all'interno del quale possiamo associare a qualsiasi parametro di qualsiasi oggetto nella scena valori diversi nel tempo nei modi accennati precedentemente.

In questo caso, selezionata la traccia Position della sfera Sphere01 aggiungiamo su questa alcune chiavi AddKeys in corrispondenza di alcuni fotogrammi o Frames (visualizzati sotto forma di rettangolini rossi).

come già detto, il programma interpolerà questi valori creando, in questo caso, il movimento, visualizzabile in anteprima anche nella finestra attraverso il comando Play.

Passando nel Track View dalla modalità Dope Sheet a Curve Editor
Possiamo osservare le curve spazio-tempo che descrivono il movimento dell'oggetto sui tre assi cartesiani ( X rosso, Y verde, Z blu )
Variando i valori dei parametri di posizione della sfera nella apposita finestra di dialogo per ogni Key, (aperta con il tasto destro sulla chiave e visualizzando la relativa posizione dell'oggetto nella finestra dopo aver trascinato lo slider in basso sul fotogramma nel quale è stata inserita la chiave)

Per analizzare il secondo sistema utilizzeremo una traccia audio per deformare l'oggetto attraverso la scalatura dello stesso.

Selezionando Sphere01/Transform/Scale con il tasto destro possiamo assegnare il Controller (strumento che "regola" le modalità di trasformazione nel tempo) relativo alla traccia audio Audio Scale.

Assegnato il Controller nella finestra delle proprietà scegliamo il file audio (HEARTBEA.wav scaricabile da qui) e visualizziamo subito la traccia audio nel Track View in modalità Curve Editor, che in base al grafico influenzerà la scala dell'oggetto secondo le percentuali stabilite nella finestra di selezione Audio Controller.
Prima di visualizzare lo stato attuale dell'animazione inseriamo la stessa traccia audio nella traccia Sound come fatto precedentemente per la scala della sfera.

A questo punto possiamo osservare lo stato attuale dell'animazione dove abbiamo un movimento ottenuto attraverso Keyframes, una deformazione ottenuta tramite una traccia audio in Scale ed un audio di base.

(il tasto blu lancia l'animazione - è richiesto Flash Player 6 www.macromedia.com)

Vediamo altre applicazioni sia del sistema dei Keyframs sia di quello delle funzioni.

Creiamo un materiale nel Material Editor e applichiamolo all'oggetto selezionato Assign Material to Selection.

I parametri relativi al materiale sono trasformabili nel tempo sempre all'interno del Track View.

Assegnato un Controller RGB ad uno dei colori del materiale

creiamo due chiavi nella traccia relativa al colore rosso R (Red) una al fotogramma 0 e l'altra al fotogramma 100
e modifichiamo il valore del rosso da 255 a 0.

Nello stesso modo aggiungiamo due chiavi alla traccia del colore verde G (Green) e portiamo il valore di quella del Frame 100 da 0 a 255.

In questo modo durante l'animazione vedremo il colore verde prendere il posto di quello rosso nella composizione del materiale.

(il tasto blu lancia l'animazione - è richiesto Flash Player 6 www.macromedia.com)

Come ultima trasformazione renderemo a tratti trasparente l'oggetto attraverso l'utilizzazione di una funzione e più precisamente una curva sinusoidale.

Selezionata la traccia Opacity del materiale precedentemente assegnato che gestisce la trasparenza dello stesso assegnamole un Controller Waveform

Dopo aver visualizzato la curva nel Track View
la possiamo modificare dalla finestra delle proprietà per esempio allungando il periodo della curva sinusoidale quindi rallentando la trasformazione e diminuendo il numero delle trasformazioni.

IIn questo caso la curva stabilisce la visibilità o meno dell'oggetto: quando è positiva l'oggetto è visibile quando è negativa o uguale a 0 l'oggetto è trasparente.

Infine l'ultima versione dell'animazione.

(il tasto blu lancia l'animazione - è richiesto Flash Player 6 www.macromedia.com)

(il tasto blu lancia l'animazione - è richiesto Flash Player 6 www.macromedia.com)
ScreenShot dell'animazione
ScreenShot dell'animazione