Home Publications Lectures The ITRevolution


Antonino Saggio I Quaderni

 

 

Antonino Saggio
contact

Prof. dr. arch. Antonino Saggio, Sapienza Università di Roma Facoltà di Architettura Sapienza, University of Rome, School of Architecture
Coordinator PhD Course: Dottorato di ricerca in Architettura- Teoria e progetto, PhD program in Architecture Theory and Design, Diap, Sapienza, University of Rome, School of Architecture
Chair of Teaching:
Progettazione Architettonica Assistita/Information Technoloy applied to Architecture

Teaching Discipline: Progettazione Architettonica e Urbana/ Urban and Architectural design
Active Courses: Laboratorio di Progettazione IV anno UE, Progettazione Architettonica Assistita V anno UE, Seminario Dottorato di ricerca/ Design Design Studio IV year, Seminar course in IT and Architecture V year, Phd Theory Seminars
PhD Direction:, Dottorato di Ricerca in Architettura Teoria e Progetto, Via Antonio Gramsci 53, 00196 Rome ph. 39 06 49919223
Segreteria 39 + 06 49919283Department:
DiAP, Dipartimento di Architettura e Progetto, via Flaminia n. 359 - 00196 Roma ph. 39 06 32101220
Emails: Antonino.SaggioatUniroma1.it mobile email: AntoSagatGmail.com
Office and Mail address: Piazza Grecia 61, 00196 Roma Italy ph. 39 06 97615923
PhD Office, Secretary and Mail address: Dottorato di Ricerca in Architettura - Teorie e progetto, Coordinatore - Sapienza, Università di Roma,
Facoltà di Architettura, Via Gramsci 53, 00196 Roma I
Segreteria resp: Rossella Laliscia +39 06 49919283 Direct +39 06 49919223

Antonino Saggio
portraits 1, or 2 or 3, &
Images Index 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, Tc1, Tc2


ENGLISH

Saggio has developed three major field of research. The first deals with the relations between Information Technology and Architecture. The second concerns with the study of contemporary architecture particularly Italian Rationalism,. The third ideals with urban and architectural design. He studied and applied Low rise High density housing solutions in the inner city, new strategies for new households and in the last years developed complex urban projects that are based on a multitasking approach to create a new typer of ecological infrastructures. Three projects are under development : Urban Green Line and Tevere cavo in Rome, Cultural Coastal Train in Sicily.

In the field of Infromation Technolgy Saggio founded and edited the international book series "The Information Technology Revolution in Architecture". The book series is very popular among students and scholars around the world being published in English (by Birkhäuser), in Chinese (by Prominence) and in Italian (Testo&Immagine, Edilstampa). The 38 books being published so far represent an important theoretical and cultural survey of the new digital realm of architecture.

In the field of study of contemporary architecture he published Giuseppe Terragni Life and Works (Laterza, 1995 2004, 2005, 2011), Architecture and Modernity. From Bauhuas to the IT Revolution (Carocci 2010), and books On Peter Eisenman, Frank Gehry. Many articles and essays are published internationally

In the field of urban and architectural design he published Louis Sauer, An American Architect (Officina 1988 and in English in 2012) and lately he curated a monographic issue of "L'Arca" international (March 2012) dedicated to the "Urban Green Line an Ecological infrastructure for Rome between Past and Future":

prof. Saggio, who is the PhD coordinator at Sapienza University of Rome in the program of Architecture Theory and Design, has been lecturing worldwide on Italian Contemporary Architecture, Information Technology & Architecture, Theory and Criticism of Architecture. In the last years, Saggio delivered keynote lectures or solo lectures in London, Athens, New Orleans, Barcellona, Taipei, Oslo, Budapest, Pittsburgh and in several cities in Italy. Among the most relevant are: The Figure of Giuseppe Terragni (Como, 100th anniversary of the birth) Changing notion of Time and Space in contemporary cities (Architectural Association London), Paradigms of architectural education (Antigua Guatemela), Hybridation of Nature and Architecture (Future Conference, Seoul) Construction, Ethics and Information Technology (Enhsa Barcelona), Modernity Crisis and IT (Athens), New Substances (Rome), Space and Time (Tu Delft). AHO Guest Lecture (School of Architecture & Design, Oslo.

 

Antonino Saggio is an architect, scholar and professor and holds the Architecture and Information Technology Chair at the School of Architecture at Sapienza, University of Rome. He is the coordinator of the PhD program in Architecture Theory and Design which is one of the oldest and more relevant in Italy. The PhD program is offered by the Department of Architettura and Progetto of which Saggio belongs since 1986.

He is the founder and editor of the international book series "The Information Technology Revolution in Architecture".  The book series has been very popular among students and scholars around the world being published in English (by Birkhäuser), in Chinese (by Prominence) and in Italian (Testo&Immagine, Edilstampa). The 38 books being published so far represent an important theoretical and cultural survey of the digital realm of architecture.


Saggio delivered Lectures and Key Notes speeches on topic related to Information Technology and History and criticism of Italian Architecture in many institutions around the world among which Architectural Association in London, ETH in Zürich, University of Pennsylvania in Philadelphia, Carnegie-Mellon in Pittsburgh, Cornell University in Rome, Iuav and Biennale in Venice, InArch Rome, Eaae in Barcellona, Ministry of research in Athens, School of Architecture in Oslo, Acadia in New York, Hyperbodies in Delf, StadtSchule and Dam in Frankfurt, Rocad Bucharest and in many other academic or professionals institutions.*

Saggio has a vast bibliography mqny in referred journals, such as in "Architectural Design", "Architese", "Jae" "Op. Cit.", "Domus", "Costruire" and many others. He is author of several books, among which:
Architecture and Modernity. From Bauhaus to the IT Revolution (Carocci 2010),
Giuseppe Terragni Life and Works (Laterza, 1995 2004, 2005, 2011),
Introduction to Information Technology Revolution in Architecture (Carocci 2007)
Peter Eisenman. Excavations into the future  and
Frank O. Gehry (Testo&Immagine 1996 e 1997)
Giuseppe Pagano (Dedalo 1984)
Louis Sauer, An America Architect (Officina 1988 and in English in 2012).

 

His editorial activity comprehends the co-foundation of the magazine "Il Progetto" the direction of the book monographs "The Architects" (Marsilio) after the death of Bruno Zevi, the direction of the Supplement "On&Off", the on line section "Coffee Break" in webzine "arch.it" that holds eighty of his articles. Saggio has an extensive area of experimentation with technologically innovative books. This is an area of research that started with his master Thesis in 1985 (that became a publication of CMU in 1988) and has arrived today to the "Instrument of Caravaggio", - an Innovative Ibooks Author book for iPad. He is part of many editorial committees internationally and Advisor for Architecture at the American Academy in Rome.

Prof. Saggio holds a professional degree in Architecture (1979) and a diploma of Planning from the University of Rome La Sapienza, a Master of Science from Carnegie-Mellon and a PhD from the Italian Ministry of research. He has been teaching in several universities in Europe, Africa, Asia and the United States. In particularly at Carnegie-Mellon University, Pittsburgh where he was tenure track faculty in the Eignhties and Fizt Gibbon chair professor in 2001, GhK-Kassel Gast Professor 1999, Nctu Taipei guest professor 2008, Eth-Zurich assistant teaching at the Chair of Caad 1991-1993. He won awards in design competitions in the first phase of his career, and academic research grant from institutions such as the Fulbright Commission, the Graham Foundation and the Council of Italian Research. He founded in 2003 the resaearch group Nitrosaggio.net which operates transdisciplinary in the relationships between Design and Information Technology.

Saggio keeps a web site that is a hub of architectural debate in Italy and one of the most visited of the University Sapienza where he holds the chair of "Architecture and Information Technolgy" at the School of Architecture .

The role of professor Saggio in the international scientific and cultural debate allowed him to support the applicatons of several distinguish faculty members to Academic Positions around the world. Saggio was in searching commitees and wrote Letters of reference, among others, for professors:

Marcos Novak, | Kas Oosterhuis, | Makoto Sei Watanabe, | Bruce Lindsey, | Kari Jormakka, | Christian Pongratz,
Eran Neuman, | Lorenzo Imbesi, | Yasha Grobman, | Avraham Mosseri, | Marcella Del Signore, | Gernot Riehter

* Bucharest, Porto, Paris, Auburn, Haifa, Frankfurt, Kassel, Chicago, New York, New Orleans, Wien, Aix en Provence, Barcellona, Cape Town, Crete, Guatemala, Seoul, Pittsburgh, Istanbul, Santa Fe, Kuwait city, Taipei, Tirana, Budapest.

 

 

ITALIANO

Antonino Saggio (30 Maggio 1955, Roma, Italia) è professore idoneo di I Fascia in Progettazione Architettonica e Urbana (concorso 2012), titolare della cattedra di insegnamento di Progettazione Architettonica e Urbana a "Sapienza" Università di Roma con il ruolo di professore associato confermato e Coordinatore nel secondo mandato del Dottorato di ricerca in Architettura - Teorie e Progetto offerto dal Dipartmento di Architettura e Progetto cui Saggio fa parte dal 1986.

Tre i filoni fondamentali della sua attività. il primo è quello che sonda i risvolti per la teoria ma anche per lo sviluppo del progetto della presenza dell'informatica. L'approccio è di tipo teorico-critico e non immediatamente istruttivo. Il secondo lega la propria attività di docente di progettazione e di architetto allo sviluppo di una teoria e di una critica della architettura attraverso una scrittura pertinente allo sviluppo delle metodologie e del pensiero progettuale. La terza area si è concentrata nello sviluppo del progetto e della sua didattica verso l'ambito delle Case basse ad alta densità nella città costruita e nella diffusione del Cohousing nella cultura italiana. Più di recente l'attenzione è stata rivolta ai temi dello spreco di suolo e alle tematiche delle aree abbandonate e soprattutto al ruolo che le infrastrutture possono avere "per invertire la direzione dello sviluppo" per interventi nella città edificata.

E' il fondatore e il direttore della Collana internazionale "IT Revolution In Architecture / La Rivoluzione Informatica" pubblicata in Inglese da Birkhäuser sino al 27esimo volume, in Cinese da Prominence e in Italiano da Edilstampa con 38 volumi pubblicati sino al 2014. Dalla scomparsa del fondatore professor Bruno Zevi, Saggio è divenuto direttore della sezione di monografie "Gli Architetti" (Tesot&Immagine e poi Marsilio). Lungo questa intensa attività editoriale, ha curato complessivamente più di settanta volumi di formato tascabile che hanno contribuito ad un rinnovamento delle linee di ricerca della cultura internazionale e nazionale.

Molto attivo nella Facoltà di Architettura di Roma non solo nell'insegnamento del Laboratorio di progettazione IV ma anche nel corso del V Anno di Progettazione architettonica assistita in cui viene sviluppato un ambito di ricerca e di didattica nei rapporti tra la cultura informatica e quella del progetto architettonico e urbano, svolge anche una intensa attività come relatore di Tesi di laurea coordinate in grandi progetti urbani per la città di Roma tra cui o il laboratorio "Urban Green Line" che ha condotto a pubblicazioni internazionali e il laboratorio di laurea attualmente in corso "Tevere cavo" di cui nel maggio 2016 è stata prodotta una ampia e dettagliata pubblicazione.


Saggio ha scritto anche numerosi saggi, articoli e tra i suoi i libri recenti si ricordano: "Architettura e Modernità Dal Bauhaus alla Rivoluzione informatica" (Carocci, 2010), "Introduzione alla Rivoluzione Informatica in architettura" (Carocci 2007) "Giuseppe Terragni Vita e Oper" (Laterza, 1995 arrivato alla quarta edizione nel 2011), "Peter Eisenman. Trivellazioni nel futuro" (Testo&Immagine 1996) e "Frank O. Gehry Architetture residuali" (Testo&Immagine 1997). Ha anche scritto volumi propedeutici al rinnovamento della progettazione tra cui "Louis Sauer un Architetto americano" (Officina 1988, con una nuova edizione ampliata e in lingua inglese pubblicata nel 2014). Molti suoi saggi sono apparsi spesso in Inglese in volumi miscellanei (Acadia, Caad Futures, Docomomo), in cataloghi di esposizioni internazionali (Ditital | Real, Architectura Et Machina, Architecture Animation), in riviste ("Architectural Design", "Architese", "Jae" "Op.Cit" ed altre) e con particolare continuità nel corso degli anni Novanta su "Domus" e "Costruire". Una raccolta di circa settanta suoi articoli è anche disponibile in internet nella rubrica "Coffee break" della rivista "Arch'it". Tiene dal 2013 interventi bimetrali sulla rivista "l'Architetto" su temi della progettazione architettonica contemporanea.

Fitz Gibbon professor alla Carnegie-Mellon di Pittsburgh, Gast Professor alla GhK di Kassel, professore alla Edoardo Mondlane di Maputo e negli anni Ottanta Assistant professor in tenure track alla Carnegie-Mellon, Saggio ha tenuto conferenze all'ETH di Zurigo, all'Università di Pennsylvania, alla Cornell University, all'Architectural Association di Londra, allo Iuav di Venezia e molte in altre istituzioni professionali o accademiche a Porto, Parigi, Londra, Atene, Tel Aviv, Francoforte, Chicago, New York, Vienna e in molte città italiane. E' stato spesso keynote di convegni internazionali e ha organizzato o diretto sessioni di convegni scientifici sia in Italia che all'estero.* Membro di numerosi comitati scientifici è Advisor per l'architettura dell'Accademia Americana di Roma


"I Quaderni" è il titolo del suo sito http://arc1.uniroma1.it/saggio/ che è stato un punto di riferimento della ricerca architettonica italiana ed è tra i più frequentati dell'Università La Sapienza di Roma

* Bucharest, Porto, Paris, Auburn, Haifa, Frankfurt, Kassel, Chicago, New York, New Orleans, Wien, Aix en Provence, Barcellona, Cape Town, Crete, Guatemala, Seoul, Pittsburgh, Istanbul, Santa Fe, Kuwait city, Taipei, Tirana, Budapest.


a..a..a

 

 

Antonino Saggio
Profilo Scientifico

Antonino Saggio è un architetto, studioso e docente che si è occupato sostanzialmente di tre aree di ricerca nel campo dell'architettura. La prima riguarda il Low rise high density e cioè gli interventi nella città costruita che in opposizione ai grandi complessi di residenza pubblica hanno indicato una strategia basata su edifici bassi e "a tessuto" piuttosto che ad edifici isolati. Questo campo di studi ha affrontato anche il tema dell'abitare multigenerazionale, il rapporto lavoro-casa, l'integrazione degli spazi collettivi e semi privati nei progetti e il tema della co-residenza come ampio programma in cui far convergere molti di questi obiettivi sociali, e di qualità spaziale e funzionale ad un tempo. Saggio ha scritto libri pioneristici in questo campo portando in Italia le più avanzate esperienze internazionali. Louis Sauer un Architetto Americano è stato stampato da Officina nel 1988 e il fascicolo Speciale di Edilizia Popolare "Nuove Utenze Nuove residenze" è del luglio 1993. Molti altri articoli, corsi universitari e alcuni progetti di concorso hanno sviluppato in diverse direzioni questi studi che hanno avuto anche una completa stesura teorica nella dissertazione dottorale del 1990 "Progettare la residenza".

Saggio ha inoltre lavorato in un campo di studi concentrato sulla scrittura critica e teorica applcata all'architettura del Novecento. Ha analizzzato con particolare continuità l'opera di grandi architetti come Giuseppe Terragni, Giuseppe Pagano, Peter Eisenman, Frank Gehry. Il suo approccio alla scrittura si è condensato in un intreccio tra lettura storica, dati salienti delle biografie intellettuali degli architetti e soprattutto l'analisi delle modalità progettuali che presiedono alla nascita delle opere. L'intreccio di questi tre livelli si trova in maniera particolarmente approfondita nel volume Giuseppe Terragni Vita e opere edito da Laterza nel 1995, più volte ristampato e considerato uno dei migliori testi sull'architettura italiana tra le due guerre, sino ad essere oggetto di tesi di laurea. Quest'approccio alla scrittura e una impostazione culturale rivolta alla valorizzazione del lavoro di alcuni filoni di architetti contemporanei (come i maestri del Team X, oppure architetti internazionali poco noti in Italia, o la riscoperta di alcuni maestri appartati del nostro paese) ha contraddistinto la direzione editoriale della serie "Gli architetti" (Testo&Immagine e successivamente Marsilio) che Saggio ha condotto dopo la morte del fondatore il grande storico italiano Bruno Zevi e che ha visto la pubblicazione di circa trenta volumi. Naturalmente a questo filone di studi è legata anche una ampia pubblicistica che ha trovato spazio in molte riviste di specializzate, Domus, Costruire, L'arca, Industria delle costruzioni, Architectural Design, Op. Cit., Journal of Architetural Education, Architese, Il Progetto. Gli articoli in buona parte sono state successivamente resi disponibili in internet allungando la vita di questi scritti e rendendo il contributo accessibile agli studiosi di tutto il mondo.

Il lavoro di Antonino Saggio è noto all'estero nel settore della Information Technology e Architettura. Il rapporto tra la cosidetta Rivoluzione informatica e l'architettura ha attraversato le sue attività di ricerca con corsi pioneristici e una attiva partecipazione a convegni e gruppi di ricerca gia alla metà degli anni Ottanta del Novecento. In questo campo ha tenuto corsi universitari già a Carnegie-Mellon nel 1985 e 1986 e poi al Politecnico di Zurigo nel 1991 e1992. E' stato molto attivo negli stessi anni in organizzazioni specializzate come Ecaade, Acadia, Caad Futures e ha innestato questi temi anche nel campo del restauro del moderno attraverso il Docomomo.

Nel 1996 ha ideato la collana "la Rivoluzione Informatica in Architettura" per la Testo&Immagine di Torino e congiuntamente all'editore e a Bruno Zevi ha deciso di farla pubblicare all'interno della collana L'Universale di Architettura. La collana ha subito destato un vivo interesse perchè si poneva in un territorio nuovo, quello della emersione del paradigma informatico quale elemento caratterizzante di una nuova fase dell'intera architettura. Nel 1999 la collana è divenuta internazionale perchè l'editore Birkhäuser (Basilea, Boston, Berlino) ha deciso di tradurla in inglese e diffonderla in tutto il mondo pubblicandone ben sei voluni ogni anno. "The IT Revolution in Architecture series edited by Antonino Saggio" con un proprio marchio e una decisa riconoscibiità culturale ha dato così un contributo in tutto il mondo pubblicando ventisette volumi in inglese, e successivamente dodici in cinese ed alcuni anche in coreano, cinese, croato, tedesco.

La cura editoriale di Saggio di questa collana si è sempre svolta in totale indipendenza e libertà di giudzio. Spesso la scelta del tema da affrontare è stata fatta prima dell'individuazione del possibile autore, altre volte è nata da un approfondito dialogo, in alcuni casi autori giovani sono seguiti in una modalità non dissimile dalla redazione di una tesi dottorale, in altri casi autori di chiara fama hanno l'opportunità di creare un originale punto di vista ed uno sconfinamento dalla loro area di origine all'architettura. I trentacinque volumi ad oggi pubblicati in italiano (25 dalla Testo&Immagine e 12 dalla Edilistampa) si contraddistinguo come un contributo forte ed originale nel mondo editoriale. I caratteri antigerarchici e anti autoritari nell'accesso alla scrittura, l'agilità non superficiale del formato, il costo contenuto insieme alla grafica curata e alla univocità della direzione ne determina una linea editoriale che ha creato una schiera di appassionati lettori e un contributo importante per gli studiosi.

Saggio ha accompagnato la collana non solo nella scelta dell'argomento del titolo e dell'autore, nella cura e revisione dei testi e del materiale illustrativo, ma spesso intervenendo direttamente anche con prefazioni che, se aiutano il lettore nel focalizzare la rilevanza del tema e del volume specifico, riannodano contemporaneamente i fili dei diversi libri della collana facendo sentire al lettore i motivi e le sfacciatture della ricerca.

Insieme alla collana, Saggio è stato invitato a scrivere in numerosi cataloghi internazionali su questi temi ed è stato invitato a tenere molte conferenze in scuole di primissimo piano all'estero (dall'Architectural Association, alla Università di Pennsylvania a molte altre) a partecipare a simposi e dibattitti nei quali ha pouto stringere ancora di più relazioni di lavoro e di scambio intellettuale con i principali artefici internazionali del rapporto Informatica e Architettura. Nel 1997 ha scritto un volume teorico in otto capitoli Introduzione alla rivoluzione Informatica in architettura (Carocci) che fornisce un quadro teorico di insieme su questa problematica. Il libro è stato tradotto, grazie ad alla EU, in inglese con il titolo "The IT Revolution in Architecture. Thoughts on a Paradigm Shift" ed è stato alla base di alcuni corsi universitari on line.

L'insieme di questi studi si ritrovano intrecciati nel suo ultimo libro Architettura e Modernità. Dal Bauhaus a La rivoluzione Informatica (Carocci 2010). Un volume di quasi cinquecento pagine che ripercorre gli ultimi ottanti anni della ricerca architettonica e che permette di inquadrare le nuove ricerche, quelle in particolare della rivoluzione Informatica, in un respiro storico.

Saggio ha condotto questi campi di ricerca non solo nel settore editoriale e culturale ma anche e soprattutto nel campo della sua appassionata e trentacinquennale attività di docente. Attività che lo ha visto prima alla Carnegie-Mellon di Pittsburgh, poi dal Politecnico federale di Zurigo, successivamente al Università Mondlane di Maputo in Mozomabico e dal 2000 professore titolare della cattedra di progettazione architettonica assistita alla Facoltà di Architettura della Sapienza di Roma. Saggio ha formato centinaia di studenti in questo campo e in quello della progettazione architettonica urbana conducendo ne alla tesi di laurea alcune decine.

Con i più attenti ex studenti, autori della collana e studiosi ha creato alla fine del 2003 il gruppo di ricerca NitroSaggio che opera culturalmente progettualmente ed editorialmente nel rapporto tra Informatica e progettazione architettonica e urbana.


 
  a