Graduation Thesis/Tesi di Laurea

 

a

Antonino Saggio I Quaderni

Sapienza, Università di Roma, Facoltà di Architettura

 

 

Questo progetto fa parte della ricerca della Cattedra di Antonino Saggio
iniziata nel febbraio del 2019

Aniene Rims

 

LA PALESTRA DELLA MENTE
Centro per assistenza e sostegno alle persone con demenza in fase lieve e moderata
Aniene Rims, Roma

Ilaria Antiri

AA 20-21 Tesi Discussa il 15 dicembre 2021
Relatore Antonino Saggio

 

 

 

***

LA PALESTRA DELLA MENTE è un progetto che affronta la criticità legata all'aumento dei malati di Alzheimer attraverso una impostazione attenta ai valori terapeutici della natura e che trova una ottimale collocazione nei pressi del fiume Aniene.
La crescente percentuale di persone anziane nella composizione della popolazione comporta la contemporanea necessità di una maggiore assistenza per le malattie senili croniche tra cui, appunto, la demenza. Si tratta di una necessità ad oggi già molto alta ma che, nel prossimo futuro, si prevede crescerà ancora di più.

Il programma del centro si basa sulla creazione di un supporto tempestivo (non solo diagnostico), alle persone affette da demenza, attraverso l’attenzione alla persona malata quale soggetto portatrice di esperienze, competenze, capacità pratiche e teoriche, storia e saggezza. L'idea di base è offrire percorsi terapeutici tanto per i malati che per i loro familiari - in base alle indicazioni sanitarie italiane ed europee. La condivisione dell'esperienza e delle pratiche terapeutiche , sono decisive infatti nell'attenuarne i disagi portati dalla malattia.

Il progetto propone un Centro di incontro, organizzato come una sorta di circolo culturale per offrire assistenza e sostegno sia alle persone con demenza in fase lieve/moderata o anche a persone con soltanto un lieve decadimento cognitivo e ai rispettivi familiari. Il Centro è organizzato sulla base di percorsi e programmi specifici tanto all'interno che all'esterno nel quale i malati possano scegliere la loro attività preferita. Il Centro, si inserisce in un più vasto progetto europeo denominato “MEETINGDEM” – Condivisione di un supporto efficace basato sulla comunità nella demenza – lanciato ufficialmente il 7 luglio 2018 ad Amsterdam.

LA PALESTRA DELLA MENTE persegue pertanto i seguenti obiettivi:

1. Permettere ai malati di demenza di far fronte alle conseguenze della malattia sotto gli aspetti clinici, sociali, cognitivi, comportamentali
2. Accettare le proprie disabilità
3. Mantenere un equilibrio emotivo
4. Preservare un’immagine positiva di sé
5. Prepararsi a far fronte ad un futuro incerto
6. Sviluppare e mantenere contatti sociali

L’area di progetto si trova in prossimità della stazione metropolitana Rebibbia ed è adiacente alla Riserva Naturale Valle dell’Aniene e al fiume Aniene. È attualmente inaccessibile, occupata da una folta vegetazione e presenta rischi idrogeologici. In stretto rapporto al disegno architettonico e paesaggistico, sono state previste diverse opere di difesa dal rischio idrogeologico. In particolare, le tipologie di intervento scelte sono state: CORRUGARE, ASSORBIRE, INONDARE e SOLLEVARE (cfr. dissertazione dottorale di Gaetano De Francesco – Infrastrutture dell’acqua: Strategie adattive all’emergenza idrica dei mutamenti climatici successivamente Quolibet 2021).
Il progetto ha inteso creare un accesso alle sponde dell’Aniene attraverso il ridisegno del suolo e degli spazi verdi e la progettazione di un edificio ramificato che comprendesse, nelle sue due braccia, spazi di mediazione e di socializzazione e che fosse percorribile anche in copertura. Chiave tanto dell'aspetto architettonico che di quello terapeutico è l'integrazione degli elementi naturali. A tal fine si è affrontata la progettazione di un "Giardino Bioenergetico Terapeutico". Si tratta di una soluzione efficace per migliorare la qualità della vita, la salute fisica e il benessere psico-emotivo delle persone affette da patologie croniche e malattie mentali come l’Alzheimer.

La progettazione ancora innovativa di questo spazio si è svolta con un rilievo che si è avvalso dell'utilizzo di uno strumento scientifico “l’Antenna Lecher” e alla contemporanea consultazione del libro “BIOENERGETI LANDESCAPE – La progettazione del giardino terapeutico bioenergetico – Teorie e tecnologie per il benessere” di Marco Nieri. Con l'utilizzo di queste conoscenze e delle relative strumentazioni si è giunti alla scelta dell’essenze maggiormente benefiche e al posizionamento che ne valorizzasse la componente terapeutica.

Dal punto di vista architettonico, il progetto si sviluppa attraverso la valorizzazione della stratificazione di curve di livello dell'area che a volte funzionano da percorsi e spazi aperti mentre in altre, si tramutano in edifici anche in aggetto sul fiume Aniene. Il centro del progetto si trova a quota 25 metri ed è caratterizzato da una corte interna dalla quale si articolano i tre volumi del costruito e dalla quale partono tutti i sistemi di collegamento sia coperti che scoperti.
Il progetto di mixitè prevede oltre al centro di incontro, altre funzioni quali un bar, una biblioteca, una mensa, un piccolo ambulatorio e una parte residenziale per quelle persone che si trovano allo stadio iniziale della malattia, ma non hanno la vicinanza dei familiari e quindi, richiedono una maggiore supervisione da parte di persone qualificate.

Il lavoro si è avvalso, come discusso nella tavola 3, della consulenza di Franco Ferlisi presidente di AIMA Biella -Villa Boffo - che tra l'altro, ha progettato un giardino bioenergetico terapeutico realizzato dal bioricercatore Marco Nieri e dall’arch. Adriana Descalzo.

 

 



 

 

 

 

 

 

 

 

il progetto è limitrofo a quelli pubblicati nel libro

UnLost Territories
Ricostruire la periferia a Roma Architettura e società nei territori abbandonati
a cura di Antonino Saggio Gaetano De Francesco

a

Epub Black&White Color Amazon

 

aaa a

 

a

also in Pdf 1 2, 3, 4 5

Urban green line progetti sistemici per una infrastruttura ecologica a roma
UrbanVoids
is the book that explains the urban infill strategy to which this project belongs to.
Roma a_venire is the book that collects twenty and more design projects and explains the overall urban, social and design strategy to which this project belongs to.
L'Arca # 278 , International Architectural magazine published the strategy of the Urban Green Line and this this project-

Tevere cavo, una infrastruttura di nuova generazione a Roma tra pasato e futuro

 

Antonino Saggio Home | Teaching Activity a "Sapienza" Rome